Acciuga o Alice – (Engraulis encrasicolus)

Nome Scientifico: Engraulis encrasicolus.
Codice FAO ANE.
Area di Pesca: Mediterraneo, Mar Nero, Atlantico orientale, dalle coste occidentali dell’Africa al nord della Scandinavia.

 
Aguglia – (Belone belone)

Nome Scientifico: Belone belone.
Codice FAO GAR.
Area di Pesca: Mar Mediterraneo e Mar Nero. Predilige i fondali arenosi e rocciosi fino a 200 m di profondità. Pesce pelagico costiero

 
Alaccia – (Sardinella aurita)

Nome Scientifico: Sardinella aurita.
Codice FAO SAA.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; anche Atlantico, sia orientale (lungo le coste occidentali dell’Africa) che occidentale (da Capo Coda all’Argentina);

 Alaccia
Alalunga – (Thunnus alalunga)

Nome Scientifico: Thunnus alalunga.
Codice FAO ALB.
Area di Pesca: Mediterraneo. Specie cosmopolita delle acque tropicali e temperate. Nel Mar Mediterraneo è presente lungo tutte le coste italiane e davanti alle coste egiziane, turche e greche.

 Alalunga
Anguilla – (Anguilla anguilla)

Nome Scientifico: Anguilla anguilla.
Codice FAO ELE.
Area di Pesca Mediterraneo, predilige melmosi e vive anche nelle acque dolci e salmastre. Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.

 Anguilla
Boga – (Boops boops)

Nome Scientifico: Boops boops.
Codice FAO BOG.
Area di Pesca Mediterraneo e Mar Nero; anche Atlantico orientale (dalla Scandinavia all’Angola) ed occidentale (dai Caraibi al Golfo del Messico).
Vive su fondali sabbiosi, arenosi e rocciosi fino a 250 metri di profondità.
Pesce demersale (cioè vive sui fondali) ma con comportamenti da specie gregaria pelagica.

 Boga
Cappellano o Busbana – (Trisopterus Minutus Capelanus)

Nome Scientifico: Minutus Capelanus.
Codice FAO POD.
Area di Pesca: Mediterraneo, con particolare produzione nel Mar Adriatico. Marocco (coste atlantiche).
Predilige fondali arenosi e sabbiosi.
Gregario, vive in piccoli branchi.

 Cappellano o busbana
Cefalo – (Mugil cephalus)

Nome Scientifico: Mugil cephalus.
Codice FAO MUF.
Area di Pesca Mediterraneo; specie pelagica, predilige la costa nei punti di arrivo dell’acqua dolce (estuari e delta di fiumi e canali).
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno; in particolare nei mesi primaverili ed autunnali.

 cefalo
Cepola – (Cepola rubenscens)

Nome Scientifico: Cepola rubenscens.
Codice FAO CBC.
Area di Pesca Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dalle Isole britanniche al Senegal.
Vive su fondali arenosi e melmosi fino a 200 metri di profondità.

 cepola
Cernia – (Epinephelus guaza)

Nome scientifico: Epinephelus guaza.
Mediterraneo: specie comune.
Atlantico orientale: specie comune presente dal Golfo di Biscaglia al Sud – Africa.
Atlantico occidentale: specie presente dal Brasile alla Guaiana ed alle Bermude.
Specie di notevole interesse e pregio sui nostri mercati, nonostante non vi compaia in gran quantità;
commercializzata fresca, congelata o affumicata.

 cernia
Cicerello – (Gymnammodytes cicerellus)

Nome Scientifico: Gymnammodytes cicerellus.
Codice FAO SAN.
Area di Pesca: Mediterraneo (dalla Spagna alla Turchia) e nel Mar Nero.
Predilige fondali sabbiose e di scarsa profondità.

 cicerello
Cefalo lotregano o Cefalo verzellata – (Liza aurata o L. saliens)

Nome Scientifico: Liza aurata o L. saliens.
Codice FAO MGC o MUB.
Area di Pesca Mediterraneo; specie pelagiche o aurialine: la Liza Aurata è meno tollerante alle variazioni di salinità e temperatura, mentre la Liza Saliens è più tollerante.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi primaverili ed autunnali.
Sistemi di Pesca Traino c.d. volante.
Leggi Reg. CEE n. 1626 del 27/06/1994: prevede all’allegato IV la taglia minima della specie in 16 cm. Reg. CEE n. 2406 del 26/11

 Cefalo Lotregano
Corifena o Lampuga – (Coriphaena hippurus)

Nome Scientifico: Coriphaena hippurus.
Codice FAO DOL.
Area di Pesca Mediterraneo (in particolare Tirreno e basso Adriatico, mentre è raro nell’alto Adriatico);
Oceano Atlantico.
Vive in fondali di buona profondità, specie gregaria. Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi primaverili quando si avvicina a riva.
Sistemi di Pesca Palangari e reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1b le categorie di freschezza del prodotto

 Lampuga
Corvina – (Sciaena umbra)

Nome Scientifico: Sciaena umbra.
Codice FAO DRU.
Area di Pesca Mediterraneo; anche Oceano Atlantico orientale, dalla Manica al Senegal.
Predilige i fondali arenosi e rocciosi fino a 200 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico. Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1b le categorie di freschezza del prodotto.

 corvina
Dentice – (Dentex dentex)

Nome Scientifico: Dentex dentex.
Codice FAO DEC.
Area di Pesca Mediterraneo; Atlantico orientale, dalla Patagonia al Senegal; tutti i mari italiani. Fondali arenosi e rocciosi fino a 200 metri di profondità, mediamente tra i 15 e i 50 metri.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico o palangari.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a le categorie di freschezza del prodotto.

 dentice
Gallinella o Cappone – (Triglia lucerna)

Nome Scientifico: Triglia lucerna.
Codice FAO GUU.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; anche nell’est Atlantico, dalla Scandinavia a Capo Bianco.
Predilige fondali sabbiosi e fangosi fino a 300 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico e da posta.
Leggi Legge n. 263 del 14/07/1965, art 87, e DPR n. 1639 del 2/10/1968: definiscono la taglia minima in 7 cm. Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: prevede alla tabella 9.1b le categorie di freschezza del prodotto.

 gallinella
Grongo – (Conger conger)

Nome Scientifico: Conger conger.
Codice FAO COE.
Area di Pesca Mediterraneo; Atlantico orientale dalla Norvegia al Senegal.
Predilige i fondali sabbiosi e fangosi fino a 400 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: Reti a strascico, attrezzi da posta.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1 le categorie di freschezza del prodotto e all’allegato II la tabella di calibrazione e la taglia minima commerciale.

 grongo
 

Halibut – (Hippoglossus hippoglossus)

Nome Scientifico: Hippoglossus hippoglossus.
Codice FAO HAL.
Area di Pesca: Atlantico nord-occidentale e nord-orientale; vive sul fondale e predilige climi temperati.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1 prevede le categorie di freschezza del prodotto.

 halibut
Latterino – (Atherina boyeri)

Nome Scientifico: Atherina boyeri.
Codice FAO SIL.
Area di Pesca: Mediterraneo (in particolare Mar Tirreno, Adriatico, coste turche, tunisine e marocchine); vive in fondali sabbiosi di scarsa profondità.
Presente anche nei laghi, specie eurialina.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1b prevede le categorie di freschezza del prodotto.

 latterino
 

Leccia – (Lichia amia)

Nome Scientifico: Lichia amia.
Codice FAO LEE.
Area di Pesca: Mediterraneo; presente anche nell’Atlantico orientale, dal Golfo di Guascogna all’Angola, e nell’Oceano Indiano lungo le coste africane fino alla Baia di Belagoa.
Predilige i fondali arenosi e rocciosi fino a 200 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi primaverili ed estivi, durante i quali si avvicina alla costa per la riproduzione.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante e palangari.

 leccia
 

Limanda – (Limanda limanda)

Nome Scientifico: Limanda limanda.
Codice FAO DAB.
Area di Pesca: Atlantico nord-orientale.
Vive su fondale sabbioso da pochi metri fino a 100 metri di profondità e predilige climi temperati.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a prevede le categorie di freschezza del prodotto e all’allegato II la calibrazione commerciale.

 limanda
Luccio di mare o Barracuda – (Sphyraena sphyraena)

Nome Scientifico: Sphyraena sphyraena.
Codice FAO BAR.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; anche Atlantico orientale (dal Golfo di Guascogna all’Angola) e occidentale (dalle Bermuda al Brasile).
Specie pelagica e gregaria.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno ma in particolare nei mesi della riproduzione.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a prevede le categorie di freschezza del prodotto.

 Barracuda o Luccio di Mare
Menola – (Spicara maena)

Nome Scientifico: Spicara maena.
Codice FAO BPI.
Area di Pesca: Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dal Portogallo alle Canarie. Predilige fondali sabbiosi, arenosi e rocciosi fino a 150 metri di profondità, pesce pelagico.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a prevede le categorie di freschezza del prodotto.

 menola
Merlano o Molo – (Merlangius merlangus)

Nome Scientifico: Merlangius merlangus.
Codice FAO WHG.
Area di Pesca: Mediterraneo nord orientale, lungo le coste tirreniche ed adriatiche e nel Mar Nero; predilige fondali sabbiosi fino a 100 metri di profondità.
Specie gregaria (vive in banchi).
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.

 merlano o molo
Merluzzo nordico – (Gadus morhua)

Nome Scientifico: Gadus morhua.
Codice FAO COD.
Area di Pesca: Mediterraneo nord orientale e nord occidentale, Mar Baltico. Vive dalle vicinanze della costa fino a molto sotto la piattaforma continentale.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno. Sistemi di Pesca Reti a strascico di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a prevede le categorie di freschezza del prodotto, all’allegato II la calibrazione commerciale e le misure minime previste per le diverse zone di pesca.

 merluzzo nordico
Mormora – (Lithognatus mormyrus)

Nome Scientifico: Lithognatus mormyrus.
Codice FAO SSB.
Area di Pesca Mediterraneo; ugualmente presente nell’Atlantico orientale, dal Golfo di Guascogna al Capo di Buona Speranza. Predilige fondali sabbiosi o arenosi di poca profondità, non oltre gli 80 metri.
Stagionalità di Pesca: si pesca soprattutto in estate ed in inverno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante e da posta.

 Mormora
Murena – (Muraena helena)

Nome Scientifico: Muraena helena.
Codice FAO PCX.
Area di Pesca: Mediterraneo; meno in Adriatico; presente anche nell’Oceano Atlantico orientale, dalle Isole britanniche al Senegal. Predilige fondali rocciosi dotati di anfratti ed interstizi dove la specie ama nascondersi.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno. Sistemi di Pesca: nasse e lenze; è una delle specie più ambita dai pescatori subacquei per la pesca con il fucile.
Specie molto pericolosa per il suo morso che dispensa se attaccata o infastidita.

murena
Nasello Atlantico o Merluzzo Atlantico

Famiglia GADIDI.
Nome Scientifico. Merluccius albidus.
Codice FAO HKE.
Area di Pesca: Atlantico nord-occidentale (Caraibi, New England e Guiana francese). Predilige fondali sabbiosi e fangosi di media profondità, arriva in ogni caso anche a profondità di 1000 metri.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico e palangari.
Leggi Reg. CEE n. 1626 del 27/06/1994: prevede all’allegato IV la taglia minima della specie in 20 cm. Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96.

 Nasello Atlantico o Merluzzo Atlantico
Occhiata – (Oblata melanura)

Nome Scientifico: Oblata melanura.
Codice FAO SBS. Area di Pesca Mediterraneo, Atlantico orientale dal Golfo di Guascogna all’Angola. Predilige fondali arenosi e rocciosi fino a 50 metri di profondità, pesce pelagico, forte nuotatore.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare i mesi primaverili ed estivi, durante i quali si avvicina alla costa per la riproduzione.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96.

 occhiata
Ombrina – (Umbrina cirrosa)

Nome Scientifico: Umbrina cirrosa.
Codice FAO COB.
Area di Pesca: Mediterraneo, Atlantico orientale dal Golfo di Guascogna al Senegal. Frequenta fondali sabbiosi e fangosi costieri, specie in prossimità delle foci dei fiumi.
Stagionalità di Pesca: si pesca in particolare nei mesi primaverili ed estivi.
Sistemi di Pesca: reti a strascico e reti da posta.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 ombrina
Orata – (Sparus aurata)

Nome Scientifico: Sparus aurata.
Codice FAO SBG.
Area di Pesca: Mediterraneo. Predilige fondali sabbiosi e fangosi fino ai 50 metri di profondità. Popola sovente le aree di allevamento di mitili di cui si nutre.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno; la specie è anche oggetto di allevamento in lagune e bacini artificiali, anche grazie alla caratteristica di essere specie eurialina, poichè tollera diversi gradi di salinità (fino al 2% di salinità).
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante e da posta.

 orata
Paganello – (Gobius Paganellus)

Nome Scientifico: Gobius Paganellus.
Codice FAO FGX.
Area di Pesca Mediterraneo; predilige fondali sabbiosi o fangosi litoranei.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto. Legge n. 963/1965 del 2/10/1968 e DPR 1639 del 2/10/1968 e succ. modif. prevedono taglia minima a 7 com.

 Paganello
Pagello fragolino – (Pagellus erythrinus)

Famiglia SPARIDI.
Nome Scientifico: Pagellus erythrinus.
Codice FAO PAC.
Area di Pesca: Mediterraneo; raro nel Mar Nero; Atlantico orientale che bagna l’Europa e la costa africana fino a Capo Verde. Gli individui giovani si trovano più vicini alla costa, gli adulti vivono a profondità maggiori.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 pagello fragolino
Palamita – (Sarda sarda)

Nome Scientifico: Sarda sarda.
Codice FAO BON.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; presente nell’Atlantico orientale, dalla Scandinavia all’Africa del sud e nell’Atlantico occidentale, dal Massachussetts al nord dell’Argentina. Predilige il mare aperto, specie epipelagica e fortemente migratoria, si avvicina alle coste specialmente durante il periodo riproduttivo.
Stagionalità di Pesca: si pesca soprattutto nei mesi di aprile, maggio e giugno.
Sistemi di Pesca: reti a volante, palangari.

 Palamita
Palombo – (Mustelus mustelus)

Nome Scientifico: Mustelus mustelus.
Codice FAO SDV.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; anche lungo tutte le coste atlantico orientali, dalle isole britanniche all’Angola. Vive in basse profondità, max 100 metri in fondali fangosi o detritici.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno, soprattutto nei mesi estivi ed autunnali.
Sistemi di Pesca Reti a strascico e palangari.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1c prevede i parametri di freschezza del prodotto.

palombo
Passera di mare – (Platichthys flesus)

Nome Scientifico: Platichthys flesus flesus.
Codice FAO FLE.
Area di Pesca: Mediterraneo, dal nord occidentale fino al Tirreno settentrionale; Atlantico orientale lungo le coste europee.
Predilige fondali sabbiosi e fangosi, le acque costiere poco profonde e gli estuari dei fiumi. Durante l’inverno gli adulti si spostano verso acque più profonde e calde, fino ad una profondità massima di 100.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno; soprattutto nei mesi primaverili ed estivi.

passera di mare
Pesce prete o Lucerna – (Uranoscopus scaber)

Nome Scientifico: Uranoscopus scaber.
Codice FAO STW.
Area di Pesca: Mediterraneo (lungo le coste italiane) e mar Nero; anche nell’Atlantico orientale, dal Golfo di Guascogna al Marocco. Predilige fondali sabbiosi e fangosi fra i 30 e i 100 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno, in particolare durante i mesi estivi.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 Pesce prete o Lucerna
Pesce sciabola – (Lepidopus caudatus)

Nome Scientifico: Lepidopus caudatus.
Codice FAO SFS.
Area di Pesca: Mediterraneo (Tirreno e basso Adriatico); fondali di notevole profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare durante i mesi estivi ed autunnali quando si avvicina a riva.
Sistemi di Pesca Reti a strascico, palangari.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1b i parametri di freschezza del prodotto.

 Pesce sciabola
Pesce serra – (Pomatomus saltator)

Nome Scientifico: Pomatomus saltator.
Codice FAO BLU.
Area di Pesca: Mediterraneo e mar Nero; presente anche nell’Atlantico orientale, dal Portogallo all’Africa del sud. Vive in mare aperto, specie pelagica, con attività prevalentemente diurna, specie gregaria (che vive in branchi) e fortemente migratrice.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, a volante e palangari.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1b i parametri di freschezza del prodotto.

 Pesce serra
Pesce spada – (Xiphias gladius)

Nome Scientifico: Xiphias gladius.
Codice FAO SWO.
Area di Pesca: Mediterraneo.
Specie cosmopolita delle acque tropicali e temperate. Specie pelagica e migratoria, predilige le acque temperate.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno.
Sistemi di Pesca: Pesca con l’arpione (con imbarcazioni particolari dotate di un lungo ponte mobile dove si posiziona il pescatore con la fiocina).
Leggi Reg CEE n. 1626 del 27/0671994, allegato IV, prevede la taglia minima a 120 com.

Pesce spada
Platessa – (Pleuronectes platessa)

Nome Scientifico: Pleuronectes platessa.
Codice FAO PLE.
Area di Pesca: Mare Artico, Atlantico nord orientale e nord occidentale, Atlantico centro orientale, Mediterraneo (lungo le coste spagnole e francesi, rara in quelle italiane).
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.

 Platessa
Pollack – (Pollachius pollachius)

Nome Scientifico: Pollachius pollachius.
Codice FAO POL.
Area di Pesca: Atlantico nord orientale.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto, all’allegato II prevede la calibrazione commerciale ed il richiamo alle misure minime previste per le diverse zone di pesca.

 Pollack
Razza – (Raja clavata)

Nome Scientifico: Raja clavata.
Codice FAO RJC.
Area di Pesca: Mediterraneo (eccetto il Mar di Sardegna) e Mar Nero; anche lungo le coste orientali dell’Atlantico al Pacifico. Vive su fondali sabbiosi, fangosi e arenosi fino a 200 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno, ma specialmente in inverno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, palangari di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1c i parametri di freschezza del prodotto.

 Razza clavata
Razza – (Raja miraletus)

Nome Scientifico: Raja miraletus.
Codice FAO RJN.
Area di Pesca: Mediterraneo (non segnalata in Sardegna); presente anche lungo le coste atlantiche spegnole e marocchine. Predilige fondali sabbiosi e fangosi da 80 a 200 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutti l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico e palangari di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1c i parametri di freschezza del prodotto ed all’allegato II dello stesso regolamento prevede la calibrazione.

 Razza miraletus
Ricciola – (Seriola dumerili)

Nome Scientifico: Seriola dumerili.
Codice FAO AMB.
Area di Pesca: Mediterraneo; presente anche nell’Atlantico orientale. Specie pelagiche che vive tra 20 a 70 metri di profondità(catturata anche a 360 metri). Si avvicina alle coste durante i mesi di riproduzione. Può essere confusa con la “seriola carpenteri”, specie dell’Indopacifico e dell’Atlantico occidentale.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno ma in modo particolare nei mesi primaverili ed estivi, quando si avvicina alla costa.

Ricciola
Rombo chiodato – (Psetta maxima)

Nome Scientifico: Psetta maxima.
Codice FAO TUR.
Area di Pesca: Mediterraneo; in particolare lungo le coste atlantiche europee e marocchine. la sottospecie P. maxima maeotica vive nel Mar Nero.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a stabilisce i parametri di freschezza del prodotto.

Rombo chiodato
Rombo liscio o Soaso – (Scophthalmus rhombus)

Nome Scientifico: Scophthalmus rhombus.
Codice FAO BLL.
Area di Pesca: Mediterraneo (in particolare nel mar Adriatico); anche nell’Atlantico orientale lungo le coste europee. Predilige fondali sabbiosi e fangosi fino ai 60/70 metri di profondità. Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi invernali.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96: alla tabella 9.1a stabilisce i parametri di freschezza del prodotto.

Rombo liscio
Rospo o Rana pescatrice – (Lophius budegassa)

Nome Scientifico: Lophius budegassa.
Codice FAO MON.
Area di Pesca: Mediterraneo; presente anche nell’Atlantico orientale, dalle isole britanniche al Senegal. Vive fino da 75 a 500 metri di profondità. Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, con una diminuizione delle catture durante i mesi estivi. Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg CEE n. 1626 del 27/0671994, allegato IV, prevede la taglia minima a 30 cm.

Rospo o rana pescatrice
Sacchetto – (Serranus hepatus)

Nome Scientifico: Serranus hepatus.
Codice FAO BSX.
Area di Pesca: Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dal Portogallo al Senegal. Vive fino su fondali arenosi e rocciosi. Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, con una diminuizione delle catture durante i mesi estivi.
Sistemi di Pesca Reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96, tabella 9.1a, stabilisce i parametri di freschezza del prodotto.

Sacchetto
Salpa – (Sarpa salpa)

Nome Scientifico: Sarpa salpa.
Codice FAO SLM.
Area di Pesca: Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dal Mar del Nord al Sud Africa. Diffuso su fondali di poca profondità, fino a 70 metri, specie gregaria.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, ma in particolare nei mesi primaverili quando si avvicina alla costa.
Sistemi di Pesca Palangari e reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96, tabella 9.1b, stabilisce i parametri di freschezza del prodotto.

 Salpa
Sarago – (Diplodus sargo)

Nome Scientifico: Diplodus sargo.
Codice FAO SWA.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero per la sottospecie “Diplodus sargus sargus”, mentre vi sono altre sottospecie che vivono nell’Atlantico orientale. Vive su fondali rocciosi e prateria di poseidonia fino a 50 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, ma in particolare nei mesi primaverili ed estivi.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, lenze e nasse.

 Sarago
Sarago pizzuto – (Diplodus puntazzo)

Nome Scientifico: Diplodus puntazzo.
Codice FAO SWA.
Area di Pesca: Mediterraneo; presente anche nel Mar Nero. Rara nell’Atlantico orientale. Vive su fondali rociosi fino a 150 metri di profondità, ma più frequentemente a 60 metri. Specie gregaria.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, ma in particolare da Marzo ad Ottobre.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, lenze e nasse.
Leggi Reg CEE n. 1626 del 27/0671994, allegato IV, prevede la taglia minima a 20 cm.

 Sarago pizzuto
Sardina – (Sardina pilchardus)

Nome Scientifico: Sardina pilchardus.
Codice FAO PIL.
Area di Pesca: Atlantico nord orientale, centrale, Mediterraneo e Mar Nero. Specie pelagica e migratoria, che vive in banchi numerosi (Specie gregaria) fino alla profondità di 55 metri durante il giorno, tra i 15 e i 35 metri la notte.
Stagionalità di Pesca: in particolare da Marzo ad Ottobre.
Sistemi di Pesca: reti a strascico e reti da traino (c.d. volanti)e reti da circuizione (lampara).

 Sardina
Sciarrano – (Serranus scriba)

Nome Scientifico: Serranus scriba.
Codice FAO BSX.
Area di Pesca: Mediterraneo e mar Nero, anche Atlantico orientale, dal Golfo di Guascogna all’Africa del sud. Vive su fondali arenosi e rocciosi.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi estivi.
Sistemi di Pesca Reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 Sciarrano
Scorfano – (Scorpaena scorpa)

Nome Scientifico: Scorpaena scorpa.
Codice FAO SCO
Area di Pesca Mediterraneo anche Atlantico orientale, dalle Isole britanniche al Senegal. Vive su fondali fangosi e sabbiosi fino a 400 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca Si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico, reti da posta,nasse e lenze di profondità.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 Scorfano
Sgombro – (Sgomber sgombrus)

Nome Scientifico: Sgomber sgombrus.
Codice FAO MAC.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; anche nell’Atlantico orientale, dal Mar Bianco alla Costa africana. Specie pelagica e migratoria.
Stagionalità di Pesca: si pesca in particolare dalla primavera all’autunno.
Sistemi di Pesca: Traino, c.d. volante, reti a strascico, lampara e lenze.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto ed all’allegato II la calibrazione commerciale.

 Sgombro
Sogliola – (Soleas vulgaris)

Nome Scientifico: Soleas vulgaris.
Codice FAO SOL.
Area di Pesca: Mediterraneo, in particolare nell’Adriatico centro settendrionale; anche nell’Atlantico orientale, dal Fiordo di Trondheim Fjord, compreso il Mar del Nord ed il Baltico occidentale, fino al Senegal, comprese le isole di Capo Verde. Vive su fondali sabbiosi o melmosi dalla costa fino a 200 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi autunnali.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.

Sogliola
Spigola o bronzino – (Dicentrarchus labrax)

Nome Scientifico: Dicentrarchus labrax.
Codice FAO BSS.
Area di Pesca: Mediterraneo; tutti i mari italiano; predilige le acque costiere fino a 100 metri di profondità. Specie eurialina (si adatta anche in acque con bassa salinità), oggetto di intenso allevamento nelle lagune, valli interne e bacini artificiali.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, sui mercati in particolare è presente il prodotto di allevamento.
Sistemi di Pesca Reti a strascico e volante, reti da posta;

Spigola o branzino
Spinarolo – (Squalus acanthias)

Nome Scientifico: Squalus acanthias.
Codice FAO DGS.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; presente anche nelle acque temperate e boreali dell’Oceano Atlantico e Pacifico, fino a 800 metri di profondità (ma più frequentemente entro i 200 metri) in fondali arenosi e rocciosi. E’ lo squalo più diffuso in acque dalla temperatura di 7-8° C (ma anche di 12-15° C). Penetra anche in acque salmastre.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a strascico e volante, palangari da fondo.

Spinarolo
Suro – (Trachurus trachurus)

Nome Scientifico: Trachurus trachurus.
Codice FAO HOM.
Area di Pesca: Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dall’Islanda al Senegal.
Specie pelagica e migratrice, vive vicino alle coste d’estate e in acque più profonde (fino a 500 metri di profondità) d’inverno.
Stagionalità di Pesca: si pesca maggiormente da Marzo a Maggio e da Luglio ad Ottobre.
Sistemi di Pesca Reti a strascico ed a volante.

Suro
Tanuta – (Spondyliosoma cantharus)

Nome Scientifico: Spondyliosoma cantharus.
Codice FAO BRB.
Area di Pesca: Mediterraneo; anche Atlantico orientale, dalla Scandinavia all’Angola.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi estivi ed autunnali.
Sistemi di Pesca Reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1c i parametri di freschezza del prodotto.

Tanuta
Tonno a pinne gialle – (Thunnus albacares)

Nome Scientifico: Thunnus albacares.
Codice FAO YFT.
Area di Pesca: diffuso in tutti i mari tropicali e subtropicali eccetto il Mediterraneo e Mar Nero. Specie pelagica e e fortemente migratoria anche per esigenze riproduttive.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti a circuizione.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1b i parametri di freschezza del prodotto ed all’allegato II la calibrazione commerciale.

Tonno pinne gialle
Tonno rosso – (Thunnus thynnus)

Nome Scientifico: Thunnus albacares.
Codice FAO YFT.
Area di Pesca: Mediterraneo, in tutti i mari italiani, in particolare quelli meridionali; presente anche nel Nord Atlantico e Centrale. Nell’Oceno Pacifico e presente una sottospecie “Thunnus thynnus orientalis”. Specie pelagica e e fortemente migratoria anche per esigenze riproduttive.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a circuizione (c.d. tonnare volanti), tonnare fisse e tonnarelle.

Tonno rosso
Tordo – (Labrus viridis)

Nome Scientifico: Labrus viridis.
Codice FAO WRA.
Area di Pesca: Mediterraneo, in particolare Mar Tirreno e Mar di Sardegna; presente anche nel Mar Nero e nelle coste Atlantiche orientali, dal Portogallo al Marocco. Predilige fondali detritici, arenosi e rocciosi, vicini alla costa e ricoperti di vegetazione.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca Reti radenti, da posta, lenze e nasse.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 Tordo
Tracina – (Trachinus draco)

Nome Scientifico: Trachinus draco.
Codice FAO WEG.
Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; presente anche nell’Atlantico orientale, dalla Scandinavia al Marocco. Vive su fondali fangosi e sabbiosi da 30 a 100 metri di profondità.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno.
Sistemi di Pesca: reti a strascico.
Leggi Reg. CEE n. 2406 del 26/11/96 prevede alla tabella 9.1a i parametri di freschezza del prodotto.

 Tracina o ragno
Triglia di fango – (Mullus barbatus)

Nome Scientifico: Mullus barbatus.
Codice FAO MUT.
Area di Pesca: Mediterraneo (in particolare nell’Adriatico) e nel Mar Nero; presente anche nell’Atlantico orientale, dalla Scandinavia al Senegal. Predilige fondali sabbiosi o melmosi fino a 300 metri di profondità. Specie gregaria.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi autunnali.

 Triglia di fango
Triglia di scoglio – (Mullus surmuletus)

Nome Scientifico: Mullus surmuletus.
Codice FAO MUR. Area di Pesca: Mediterraneo e Mar Nero; Atlantico orientale, dalle Isole Britanniche fino al Senegal; presente alle Canarie e alle Azorre. Predilige fondali rocciosi e scogli dalla costa fino a 100 metri di profondità. Tra i mari italiani è maggiormente diffusa nel Tirreno, in particolare Liguria, Toscana e nelle Isole maggiori.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno, in particolare nei mesi autunnali.
Sistemi di Pesca: reti a strascico, nasse.

 Triglia di scoglio
Zanchetta o Suacia – (Arnoglossus laterna)

Nome Scientifico: Arnoglossus laterna.
Codice FAO LEF.
Area di Pesca: Mediterraneo; presente anche nell’Atlantico orientale dalla Norvegia al Congo, nonchè al Nord del Mar Rosso (tramite migrazione attraverso il Mar di Suez). Predilige fondali costieri o lagunari, generalmente poco profondi, sabbiosi o fangosi.
Stagionalità di Pesca: si pesca tutto l’anno; In particolare durante i mesi primaverili ed estivi, durante i quali si avvicina alla costa per la riproduzione.
Sistemi di Pesca Reti a strascico.

 Zanchetta

fonte ISMEA –  www.distrettopesca.it